La ricerca di soluzioni di coordinamento assume particolare criticità nel comparto delle bevande: l'elevato numero e la piccola dimensione media dei grossisti impongono oneri di transazione molto elevati e una complessità logistica considerevole per il ridotto volume dei lotti d'acquisto e per la necessità di distribuzione capillare; e la frammentazione del sistema distributivo rende impossibili soluzioni EDI per razionalizzare la gestione degli ordini. La "rivoluzione" di Internet può costituire uno straordinario fattore di rottura, capace di aprire all'innovazione tecnologica anche il canale lungo. In tale ambito l'impatto strategico delle nuove tecnologie dell'informazione può essere ancora più eclatante rispetto al canale modern trade, dove pure si stanno applicando soluzioni on web, in quanto non permette "soltanto" miglioramenti di efficienza e di servizio al cliente, ma il ridisegno degli stessi rapporti d'intermediazione nel canale. Questo articolo esamina le potenzialità dell'applicazione di soluzioni e-business come strumento di coordinamento nel canale lungo. In particolare, si focalizza sulla riprogettazione dei rapporti tra industria di marca e distribuzione all'ingrosso nel settore della birra, in base all'ipotesi che Internet favorisca l'integrazione dei processi di scambio tra fornitore e cliente, modificando gli equilibri nel sistema delle relazioni di canale. Si vuole mostrare come, attraverso la collaborazione verticale fondata sul commercio elettronico, produttore e grossista possano migliorare la propria competitività orizzontale e quella complessiva della supply chain.

Nuove tecnologie dell’informazione e strategie di canale nel settore della birra. Il caso HiWeb.

RESCINITI R.
2002

Abstract

La ricerca di soluzioni di coordinamento assume particolare criticità nel comparto delle bevande: l'elevato numero e la piccola dimensione media dei grossisti impongono oneri di transazione molto elevati e una complessità logistica considerevole per il ridotto volume dei lotti d'acquisto e per la necessità di distribuzione capillare; e la frammentazione del sistema distributivo rende impossibili soluzioni EDI per razionalizzare la gestione degli ordini. La "rivoluzione" di Internet può costituire uno straordinario fattore di rottura, capace di aprire all'innovazione tecnologica anche il canale lungo. In tale ambito l'impatto strategico delle nuove tecnologie dell'informazione può essere ancora più eclatante rispetto al canale modern trade, dove pure si stanno applicando soluzioni on web, in quanto non permette "soltanto" miglioramenti di efficienza e di servizio al cliente, ma il ridisegno degli stessi rapporti d'intermediazione nel canale. Questo articolo esamina le potenzialità dell'applicazione di soluzioni e-business come strumento di coordinamento nel canale lungo. In particolare, si focalizza sulla riprogettazione dei rapporti tra industria di marca e distribuzione all'ingrosso nel settore della birra, in base all'ipotesi che Internet favorisca l'integrazione dei processi di scambio tra fornitore e cliente, modificando gli equilibri nel sistema delle relazioni di canale. Si vuole mostrare come, attraverso la collaborazione verticale fondata sul commercio elettronico, produttore e grossista possano migliorare la propria competitività orizzontale e quella complessiva della supply chain.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
MAG-RES-2002.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 3.47 MB
Formato Adobe PDF
3.47 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12070/5742
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact