Il testo è volto ad analizzare le potenzialità della didattica semplessa come strumento in grado di leggere e di intervenire in azione, individuando possibili strategie didattiche inclusive finalizzate a favorire lo sviluppo della capacità di Perspective Taking nelle bambine e nei bambini della scuola primaria. Il tema della capacità di Perspective Taking, negli ultimi anni, è stato trattato e approfondito da numerosi ambiti scientifici - dalle neuroscienze alla psicologia, dalla didattica all’informatica – che concordano nel considerare tale costrutto come complesso, multidimensionale e transdisciplinare. Volendo delimitare il perimetro della ricca letteratura scientifica che si è espressa in materia, per Perspective Taking si intende la capacità cognitiva atta a comprendere il punto di vista altrui e, al contempo, a esplorare lo spazio da prospettive differenti. Numerose evidenze scientifiche sembrerebbero dimostrare che la capacità di Perspective Taking sia propedeutica a una corretta acquisizione delle competenze trasversali di lettura, di scrittura e di calcolo, delle competenze STEM (science, technology, engineering, mathematics) e delle social skills; pertanto, indagare tale costrutto attraverso una “lente didattica” potrebbe delinearsi di grande interesse ai fini di promuovere i processi apprenditivi di tutti e di ciascuno.

Didattica semplessa e nuove tecnologie inclusive. Metodologie e strumenti didattici per favorire lo sviluppo della capacità di Perspective Taking.

amelia lecce
2021

Abstract

Il testo è volto ad analizzare le potenzialità della didattica semplessa come strumento in grado di leggere e di intervenire in azione, individuando possibili strategie didattiche inclusive finalizzate a favorire lo sviluppo della capacità di Perspective Taking nelle bambine e nei bambini della scuola primaria. Il tema della capacità di Perspective Taking, negli ultimi anni, è stato trattato e approfondito da numerosi ambiti scientifici - dalle neuroscienze alla psicologia, dalla didattica all’informatica – che concordano nel considerare tale costrutto come complesso, multidimensionale e transdisciplinare. Volendo delimitare il perimetro della ricca letteratura scientifica che si è espressa in materia, per Perspective Taking si intende la capacità cognitiva atta a comprendere il punto di vista altrui e, al contempo, a esplorare lo spazio da prospettive differenti. Numerose evidenze scientifiche sembrerebbero dimostrare che la capacità di Perspective Taking sia propedeutica a una corretta acquisizione delle competenze trasversali di lettura, di scrittura e di calcolo, delle competenze STEM (science, technology, engineering, mathematics) e delle social skills; pertanto, indagare tale costrutto attraverso una “lente didattica” potrebbe delinearsi di grande interesse ai fini di promuovere i processi apprenditivi di tutti e di ciascuno.
978-88-6152-314-2
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12070/55117
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact