Abstract The history of a grapevine (Tintilia D.O.C., Molise region, Southern Italy) represents an emblematic event for the relationships between the litho-morpho-climatic features of a specific territory and the development of the human activities. After having colonized the whole of Molise, the diffusion of the grapevine has a great decrease. Nowadays the Tintilia has regained all the Molisan hills: this grapevine is cultivated uniquely in this zone of Italy and It has become synonymous, as example of proper governence and truthful representation of "Tintilia landscapes".

Riassunto La storia di un vitigno, la Tintilia-Molise D.O.C., rappresenta una vicenda emblematica nella definizione dei rapporti tra le caratteristiche lito-morfo-climatiche di un determinato territorio e lo sviluppo delle attività umane su di esso condotte. Giunto piuttosto tardi nel suo attuale areale di produzione (si crede nel primo Ottocento), in breve tempo ebbe larga diffusione nell'intero Molise senza che, però, si tenesse conto delle notevoli differenze fisiografiche dei vari ambiti subregionali. Il vitigno, per questo, mal si adattava alla generalità dei siti molisani (in particolare sulla costa adriatica) e subiva un fortissimo processo di contrazione che ne stava sancendo la scomparsa a favore di impianti viticoli a più alta produttività. Un'intensa opera di recupero colturale, con la riapppropriazione degli ambiti collinari e pedemontaniche glisoo più congeniali, ha rinnovato l'intersse per la Tintilia, tanto da condurla a conseguire la D.O.C. nel 1998. Oggi si può quindi affermare che, tra il vitigno e il territorio di sua esclusiva coltivazione, si è raggiunto un significativo esempio di coevoluzione identitaria e di oculata governance territoriale, tanto da poter conferire ai distretti viti-vinicoli molisani la qualifica di <<paesaggi della Tintilia>>.

Tra terra e mare. Il paesaggio della Tintilia (Molise)

RUSSO F;
2011

Abstract

Riassunto La storia di un vitigno, la Tintilia-Molise D.O.C., rappresenta una vicenda emblematica nella definizione dei rapporti tra le caratteristiche lito-morfo-climatiche di un determinato territorio e lo sviluppo delle attività umane su di esso condotte. Giunto piuttosto tardi nel suo attuale areale di produzione (si crede nel primo Ottocento), in breve tempo ebbe larga diffusione nell'intero Molise senza che, però, si tenesse conto delle notevoli differenze fisiografiche dei vari ambiti subregionali. Il vitigno, per questo, mal si adattava alla generalità dei siti molisani (in particolare sulla costa adriatica) e subiva un fortissimo processo di contrazione che ne stava sancendo la scomparsa a favore di impianti viticoli a più alta produttività. Un'intensa opera di recupero colturale, con la riapppropriazione degli ambiti collinari e pedemontaniche glisoo più congeniali, ha rinnovato l'intersse per la Tintilia, tanto da condurla a conseguire la D.O.C. nel 1998. Oggi si può quindi affermare che, tra il vitigno e il territorio di sua esclusiva coltivazione, si è raggiunto un significativo esempio di coevoluzione identitaria e di oculata governance territoriale, tanto da poter conferire ai distretti viti-vinicoli molisani la qualifica di <>.
978-88-902648-5-6
Abstract The history of a grapevine (Tintilia D.O.C., Molise region, Southern Italy) represents an emblematic event for the relationships between the litho-morpho-climatic features of a specific territory and the development of the human activities. After having colonized the whole of Molise, the diffusion of the grapevine has a great decrease. Nowadays the Tintilia has regained all the Molisan hills: this grapevine is cultivated uniquely in this zone of Italy and It has become synonymous, as example of proper governence and truthful representation of "Tintilia landscapes".
Molise, Paesaggi culturali, Tintilia.; Molise, Cultural landscapes, Tintilia.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Di Lisio et al. - Tra terra e mare. I pesaggi del Vino. 2011.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 2.6 MB
Formato Adobe PDF
2.6 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12070/9850
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact