Abstract We report the application of an automatic technique for the evaluation of geomorphological hazard to a case study in the area of Colle sannita (Benevento, Italy). Here we adopt as instability factors some morphological (acclivity), geological (lithology) and anthropic parameters (land use). For each parameters we compute a partial index of hazard which measures the average percentage of landslide area within each parametric class. The partial indices are then combined into a global risk index which is computed with the basic assumption of independence between instability factors.

Riassunto Viene riportato un esempio di applicazione di una tecnica automatica di valutazione della pericolosità geomorfologia effettuata nel territorio di Colle Sannita (BN). Le caratteristiche geologiche e geomorfologiche del territorio sono tali da permettere di definire la pericolosità geomorfologica come dovuta ai fenomeni franosi. Indicizzati i vari fattori che determinano l’instabilità dei versanti (acclività, litologia, giacitura, uso del suolo, ecc.) attraverso un procedimento automatico, che si configura come la sovrapposizione dei singoli parametri utilizzati, si ottiene la carta della pericolosità geomorfologia rappresentata da singoli areali indicizzati caratterizzanti ciascuno una classe di pericolosità funzione dell’importanza di ciascun parametro utilizzato. Determinato semiqualitativamente il fattore Valore e quello Vulnerabilità per lo stesso territorio si sono ottenute le relative carte caratterizzate da areali opportunamente indicizzati. Sovrapponendo figurativamente gli areali indicizzati di tutte le mappe è possibile ottenere esemplificativamente una carta del rischio del territorio esaminato.

La valutazione automatica della pericolosità geomorfologia nell’analisi del rischio: un caso di studio nell’area di Colle Sannita (Benevento)

RUSSO F.
2000

Abstract

Riassunto Viene riportato un esempio di applicazione di una tecnica automatica di valutazione della pericolosità geomorfologia effettuata nel territorio di Colle Sannita (BN). Le caratteristiche geologiche e geomorfologiche del territorio sono tali da permettere di definire la pericolosità geomorfologica come dovuta ai fenomeni franosi. Indicizzati i vari fattori che determinano l’instabilità dei versanti (acclività, litologia, giacitura, uso del suolo, ecc.) attraverso un procedimento automatico, che si configura come la sovrapposizione dei singoli parametri utilizzati, si ottiene la carta della pericolosità geomorfologia rappresentata da singoli areali indicizzati caratterizzanti ciascuno una classe di pericolosità funzione dell’importanza di ciascun parametro utilizzato. Determinato semiqualitativamente il fattore Valore e quello Vulnerabilità per lo stesso territorio si sono ottenute le relative carte caratterizzate da areali opportunamente indicizzati. Sovrapponendo figurativamente gli areali indicizzati di tutte le mappe è possibile ottenere esemplificativamente una carta del rischio del territorio esaminato.
88-9009432X
Abstract We report the application of an automatic technique for the evaluation of geomorphological hazard to a case study in the area of Colle sannita (Benevento, Italy). Here we adopt as instability factors some morphological (acclivity), geological (lithology) and anthropic parameters (land use). For each parameters we compute a partial index of hazard which measures the average percentage of landslide area within each parametric class. The partial indices are then combined into a global risk index which is computed with the basic assumption of independence between instability factors.
Geomorfologia, Geoinformatica, Geomatica, Pericolosità geomorfologica, Sannio, Colle sannita.; Geomorphology, Geomatic, Hazard automatic evaluation, temathic mapping, Southern Italy.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Piacquadio et al. - La valutazione automatica ecc. - ASITA 2000.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 1.29 MB
Formato Adobe PDF
1.29 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12070/9655
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact