Il contributo analizza il peculiare regime della durata delle indagini preliminari stabilite dalla legge per la ricerca degli elementi probatori nell'ambito dei reati di criminalità mafiosa o, più in generale, della criminalità organizzata. L'articolo affronta, in senso critico, le questioni riguardanti la decorrenza dei termini, la qualificazione giuridica dei fatti di reato e il meccanismo della proroga. Il contributo evidenzia, infatti, la forte discrasia esistente sul piano applicativo fra le norme di legge e la prassi adottata presso gli uffici della Procura e dai p.m. nel corso della loro attività investigativa.

La durata e le proroghe delle indagini preliminari

MARANDOLA A. A.
2013

Abstract

Il contributo analizza il peculiare regime della durata delle indagini preliminari stabilite dalla legge per la ricerca degli elementi probatori nell'ambito dei reati di criminalità mafiosa o, più in generale, della criminalità organizzata. L'articolo affronta, in senso critico, le questioni riguardanti la decorrenza dei termini, la qualificazione giuridica dei fatti di reato e il meccanismo della proroga. Il contributo evidenzia, infatti, la forte discrasia esistente sul piano applicativo fra le norme di legge e la prassi adottata presso gli uffici della Procura e dai p.m. nel corso della loro attività investigativa.
9788875242435
criminalità mafiosa; investigazioni; termini di indagine; prassi giudiziarie
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Marandola 7 durata e proroghe.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 1.48 MB
Formato Adobe PDF
1.48 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12070/8825
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact