Si analizzano le più importanti problematiche relative alle funzioni e ai poteri (rappresentativi e/o assistenziali) dell’amministratore di sostegno nominato ex art. 405 c.c. alla persona che, per effetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trova nell’impossibilità di provvedere ai propri interessi. Si prospetta e si argomenta, fra l’altro, anche l’ammissibilità di un’amministrazione di sostegno non incapacitante.

I poteri dell'amministratore di sostegno

LISELLA G
2005

Abstract

Si analizzano le più importanti problematiche relative alle funzioni e ai poteri (rappresentativi e/o assistenziali) dell’amministratore di sostegno nominato ex art. 405 c.c. alla persona che, per effetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trova nell’impossibilità di provvedere ai propri interessi. Si prospetta e si argomenta, fra l’altro, anche l’ammissibilità di un’amministrazione di sostegno non incapacitante.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
I poteri dell'amministratore di sostegno.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 4.01 MB
Formato Adobe PDF
4.01 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12070/8692
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact