The objective of the paper is to make a reflection on the relationship between cinema, creativity and practical tourism in the processes of development and promotion of cinetourism which affect, in particular, the minor destinations. To this end, the experience of Irpinia is presented, where the authenticity of the places and the aspirations of a few enlightened by love for the “Seventh Art” has, since the early twentieth century, inspired several film projects, mixing suggestions real with virtual effects film, have proposed a transposition of the culture and customs, traditions and ways of life of Irpinia. A combination between the cinema and Irpinia which transforms Avellino, at the time one of the poorest and remotest provincial of Italy, the world capital of cinema neorealist; able to influence actively on backwardness typical of southern reality.The contribution, through an analysis of the most famous films shot in Irpinia, traces the link between cinema and territory; a historic link sees in immigration, in faith and in the realism of the locations the leit-motiv of the film heritage Irpinia; a heritage that today is brought to the fore by new enthusiasm that animate a series of projects of cine-tourism capable of achieving new forms of local development through practice tourism related to the emotions and images that cinema is able to transmit.

Il contributo intende offrire spunti di riflessione sul legame tra cinema, creatività e pratica turistica nei processi di valorizzazione e promozione (cine)turistica che interessano, in particolare, le destinazioni minori. A tal fine, viene presentata l‟esperienza dell‟Irpinia in cui l‟autenticità dei luoghi e le aspirazioni di pochi illuminati con l‟amore per la “Settima arte” hanno, fin da inizio Novecento, ispirato diversi progetti cinematografici che, mescolando suggestioni reali con effetti virtuali cinematografici, hanno proposto una trasposizione della cultura e dei costumi, delle tradizioni e dei modi di vivere dell‟Irpinia. Un binomio, quello tra il cinema e l‟Irpinia, che ben presto trasforma Avellino, a quei tempi uno dei capoluoghi più poveri e sperduti d‟Italia, nella capitale mondiale del cinema neorealistico; capace di incidere attivamente sull'arretratezza tipica delle realtà meridionali.Il contributo, attraverso un‟analisi delle più celebri pellicole girate in Irpinia, ripercorre il legame tra Cinema e territorio; un legame storico che vede nell'immigrazione, nella fede e nel realismo delle location i leit-motiv del patrimonio cinematografico irpino; un patrimonio che oggi viene riportato alla ribalta da nuovi entusiasmi che animano tutta una serie di progettualità di cine-turismo volte a realizzare nuove forme di sviluppo locale attraverso la pratica turistica legata alle emozioni e alle immagini che il cinema è in grado di trasmettere.

Cinema e territorio. Processi di valorizzazione e promozione (cine)turistica delle destinazioni minori

A. CRESTA;I. GRECO
2016

Abstract

Il contributo intende offrire spunti di riflessione sul legame tra cinema, creatività e pratica turistica nei processi di valorizzazione e promozione (cine)turistica che interessano, in particolare, le destinazioni minori. A tal fine, viene presentata l‟esperienza dell‟Irpinia in cui l‟autenticità dei luoghi e le aspirazioni di pochi illuminati con l‟amore per la “Settima arte” hanno, fin da inizio Novecento, ispirato diversi progetti cinematografici che, mescolando suggestioni reali con effetti virtuali cinematografici, hanno proposto una trasposizione della cultura e dei costumi, delle tradizioni e dei modi di vivere dell‟Irpinia. Un binomio, quello tra il cinema e l‟Irpinia, che ben presto trasforma Avellino, a quei tempi uno dei capoluoghi più poveri e sperduti d‟Italia, nella capitale mondiale del cinema neorealistico; capace di incidere attivamente sull'arretratezza tipica delle realtà meridionali.Il contributo, attraverso un‟analisi delle più celebri pellicole girate in Irpinia, ripercorre il legame tra Cinema e territorio; un legame storico che vede nell'immigrazione, nella fede e nel realismo delle location i leit-motiv del patrimonio cinematografico irpino; un patrimonio che oggi viene riportato alla ribalta da nuovi entusiasmi che animano tutta una serie di progettualità di cine-turismo volte a realizzare nuove forme di sviluppo locale attraverso la pratica turistica legata alle emozioni e alle immagini che il cinema è in grado di trasmettere.
The objective of the paper is to make a reflection on the relationship between cinema, creativity and practical tourism in the processes of development and promotion of cinetourism which affect, in particular, the minor destinations. To this end, the experience of Irpinia is presented, where the authenticity of the places and the aspirations of a few enlightened by love for the “Seventh Art” has, since the early twentieth century, inspired several film projects, mixing suggestions real with virtual effects film, have proposed a transposition of the culture and customs, traditions and ways of life of Irpinia. A combination between the cinema and Irpinia which transforms Avellino, at the time one of the poorest and remotest provincial of Italy, the world capital of cinema neorealist; able to influence actively on backwardness typical of southern reality.The contribution, through an analysis of the most famous films shot in Irpinia, traces the link between cinema and territory; a historic link sees in immigration, in faith and in the realism of the locations the leit-motiv of the film heritage Irpinia; a heritage that today is brought to the fore by new enthusiasm that animate a series of projects of cine-tourism capable of achieving new forms of local development through practice tourism related to the emotions and images that cinema is able to transmit.
cinetourism, tourist destinations, local development, cinetourism in Irpinia
cineturismo; destinazioni turistiche; sviluppo locale, Cineturismo in Irpinia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12070/8055
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact