Obiettivo del lavoro è quello di introdurre il lettore nello studio della relazione che lega il cambiamento territoriale al mutamento e all'evoluzione dei modelli politico-istituzionali, tra cui il federalismo. Per meglio chiarire i temi legati al decentramento e alla decentralizzazione dello sviluppo, il testo assume come paradigma teorico di riferimento iniziale la "nuova geografia economica" di ispirazione krugmaniana, che in questo contesto viene proposta come base concettuale per lo studio dei fenomeni di concentrazione/diffusione e di crescita/declino delle diverse aree geografiche. I contenuti del lavoro rappresentano una sintesi interpretativa fra gli approcci analitici di economia regionale, che si affidano a strumenti e a modelli formalizzati e lineari, e quella parte dell'economia regionale che, proponendosi come scienza applicata, privilegia studi quali-quantitativi dei sistemi dinamici. In particolare verranno approfonditi temi legati alle componenti socio-economiche e culturali che, nell'ambito della geografia economica, distinguono lo sviluppo regionale rispetto al contributo e agli studi esclusivamente economici.

La Geografia Economica come strumento per lo sviluppo

BENCARDINO F;
2006

Abstract

Obiettivo del lavoro è quello di introdurre il lettore nello studio della relazione che lega il cambiamento territoriale al mutamento e all'evoluzione dei modelli politico-istituzionali, tra cui il federalismo. Per meglio chiarire i temi legati al decentramento e alla decentralizzazione dello sviluppo, il testo assume come paradigma teorico di riferimento iniziale la "nuova geografia economica" di ispirazione krugmaniana, che in questo contesto viene proposta come base concettuale per lo studio dei fenomeni di concentrazione/diffusione e di crescita/declino delle diverse aree geografiche. I contenuti del lavoro rappresentano una sintesi interpretativa fra gli approcci analitici di economia regionale, che si affidano a strumenti e a modelli formalizzati e lineari, e quella parte dell'economia regionale che, proponendosi come scienza applicata, privilegia studi quali-quantitativi dei sistemi dinamici. In particolare verranno approfonditi temi legati alle componenti socio-economiche e culturali che, nell'ambito della geografia economica, distinguono lo sviluppo regionale rispetto al contributo e agli studi esclusivamente economici.
88-386-6330-0
nuova geografia economia; decentramento dello sviluppo; strumenti e modelli di sviluppo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cap2_Bencardino.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 1.33 MB
Formato Adobe PDF
1.33 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Prefazione.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 42.46 kB
Formato Adobe PDF
42.46 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12070/7652
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact