Sulla socialità del diritto del lavoro nella dialettica tra valori