I licenziamenti collettivi tra diritto comunitario e nazionale: un cantiere ancora aperto