Nella valutazione dei servizi alla persona di pubblica utilità (SPPU), quali i servizi sanitari, bisogna affiancare un concetto più ampio di qualità i concetti di efficacia ed efficienza (Gori, Vittadini, 1999). Tale concetto deve essere valutato sia mediante la rispondenza dell’organizzazione sanitaria a determinati standard che mediante la rilevazione del gradimento di quanti a diverso titolo si interfacciano con l’organizzazione stessa (qualità percepita). È intuitivo osservare che, anche se la misurazione dell’efficacia si lega alla valutazione dell’outcome (assimilato ai risultati sullo stato psico-fisico-culturale dei pazienti e in genere valutato median- te le scale SF-36 e SF-12) e quella dell’efficienza all’output (giornate di degenza, prestazioni assistenziali in genere), entrambe sono collegate tra loro: in effetti i diversi output portano a generare l’outcome, e sono strettamente legati al concetto di qualità sia effettivamente erogata che percepita. Conseguentemente se l’effi- cienza, l’efficacia e la misura dell’outcome sono tre aspetti ben distinti nella produzione dei SPPU è altrettanto vero che il management sanitario non può prescindere da una valutazione che tenga conto anche delle interrelazioni esistenti tra tali elementi (Vittadini, 2004). L’analisi statistica della soddisfazione, inoltre, per poter effettuare il confronto tra strutture sanitarie differenti, deve essere realizzata con l’ausilio di strumenti statistici che siano in grado anche di eliminare gli effetti non direttamente impu- tabili alla gestione della struttura. Un’ulteriore considerazione è in riferimento alla natura multivariata della qualità che richiede un’analisi del fenomeno mediante tecniche statistiche che considerano contemporaneamente le diverse dimensioni e permettono di definire se un servizio è realmente in grado di incontrare le esigenze espresse e implicite dei pazienti.

L'analisi statistica multivariata per la valutazione della patient e job satisfaction

AMENTA P;
2004

Abstract

Nella valutazione dei servizi alla persona di pubblica utilità (SPPU), quali i servizi sanitari, bisogna affiancare un concetto più ampio di qualità i concetti di efficacia ed efficienza (Gori, Vittadini, 1999). Tale concetto deve essere valutato sia mediante la rispondenza dell’organizzazione sanitaria a determinati standard che mediante la rilevazione del gradimento di quanti a diverso titolo si interfacciano con l’organizzazione stessa (qualità percepita). È intuitivo osservare che, anche se la misurazione dell’efficacia si lega alla valutazione dell’outcome (assimilato ai risultati sullo stato psico-fisico-culturale dei pazienti e in genere valutato median- te le scale SF-36 e SF-12) e quella dell’efficienza all’output (giornate di degenza, prestazioni assistenziali in genere), entrambe sono collegate tra loro: in effetti i diversi output portano a generare l’outcome, e sono strettamente legati al concetto di qualità sia effettivamente erogata che percepita. Conseguentemente se l’effi- cienza, l’efficacia e la misura dell’outcome sono tre aspetti ben distinti nella produzione dei SPPU è altrettanto vero che il management sanitario non può prescindere da una valutazione che tenga conto anche delle interrelazioni esistenti tra tali elementi (Vittadini, 2004). L’analisi statistica della soddisfazione, inoltre, per poter effettuare il confronto tra strutture sanitarie differenti, deve essere realizzata con l’ausilio di strumenti statistici che siano in grado anche di eliminare gli effetti non direttamente impu- tabili alla gestione della struttura. Un’ulteriore considerazione è in riferimento alla natura multivariata della qualità che richiede un’analisi del fenomeno mediante tecniche statistiche che considerano contemporaneamente le diverse dimensioni e permettono di definire se un servizio è realmente in grado di incontrare le esigenze espresse e implicite dei pazienti.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Vittadini 209_240(04_01) - Gallo-Maccarone-Amenta-Lombardo-Sarnacchiaro-DAmbra.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 691.37 kB
Formato Adobe PDF
691.37 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12070/7264
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact