Sulla distinzione tra sentenze definitive e non definitive