In this paper we present the results of geological studies aimed at better constraining the recent tectonic activity in an area of the Sannio region, located along the axis of the Southern Apennines of Italy. The study area has repeatedly been affected by several historical destructive earthquakes whose genesis is still matter of debate. A multidisciplinary study was carried out in order to document evidence for recent surface activity of a NW-SE trending normal fault system, known in the literature as «Calore River Fault System». This fault system seems to have an essential role in the genesis of important historical earthquakes, such as the 1688 event. Structural analy- ses outline a stress field characterized by a mean NE-SW oriented extension, in accordance with breakout data and the recent seismicity, as well as published geological and geomorphological data. Geomorphological analyses, in particular the analysis of longitudinal profiles of fluvial terraces, reveal a clear tilting of the Calore River Valley terraces. Our results support the concept of the «Calore River Fault System» as an active normal fault system that plays a keyrole in recent tectonic activity of the area.

Vengono presentati i risultati di una ricerca volta a chiarire l’attività tettonica recente in un’area del Sannio situata lungo l’asse dell’Appennino meridionale, interessata, in epoca storica, da terremoti distruttivi la cui genesi è ancora oggi materia di dibattito. A tal fine, è stato effettuato uno studio multidisciplinare teso al riconoscimento di indizi superficiali di attività recente di un sistema di faglie normali, orientato circa NO-SE, noto in letteratura come «Calore River Fault System», che sembra avere un ruolo fondamentale nella genesi di importanti terremoti storici quali quello del 1688. Le analisi geologico strutturali confermano l’esistenza di un campo di stress caratterizzato da una distensione in direzione NE-SO, in accordo con i dati di breakout e con la sismicità recente, oltre che con indagini geologiche e geomorfologiche degli Autori. Le analisi geomorfologiche, ed in particolare lo studio dei profili longitudinali dei terrazzi fluviali, rivelano un basculamento attivo evidente nelle superfici terrazzate della Valle del F. Calore. I risultati vengono interpretati come ulteriore conferma del ruolo chiave che il «Calore River Fault System» ha nell’evoluzione tettonica recente dell’area d’indagine.

Integrated approach to investigation of active tectonics: an example from the Calore River Fault System, southern Italy

MASSA B;
2009

Abstract

Vengono presentati i risultati di una ricerca volta a chiarire l’attività tettonica recente in un’area del Sannio situata lungo l’asse dell’Appennino meridionale, interessata, in epoca storica, da terremoti distruttivi la cui genesi è ancora oggi materia di dibattito. A tal fine, è stato effettuato uno studio multidisciplinare teso al riconoscimento di indizi superficiali di attività recente di un sistema di faglie normali, orientato circa NO-SE, noto in letteratura come «Calore River Fault System», che sembra avere un ruolo fondamentale nella genesi di importanti terremoti storici quali quello del 1688. Le analisi geologico strutturali confermano l’esistenza di un campo di stress caratterizzato da una distensione in direzione NE-SO, in accordo con i dati di breakout e con la sismicità recente, oltre che con indagini geologiche e geomorfologiche degli Autori. Le analisi geomorfologiche, ed in particolare lo studio dei profili longitudinali dei terrazzi fluviali, rivelano un basculamento attivo evidente nelle superfici terrazzate della Valle del F. Calore. I risultati vengono interpretati come ulteriore conferma del ruolo chiave che il «Calore River Fault System» ha nell’evoluzione tettonica recente dell’area d’indagine.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
massa_zuppetta_2009.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 3.16 MB
Formato Adobe PDF
3.16 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12070/5611
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 3
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 3
social impact