Logica cognitiva e individualismo metodologico. Alcune considerazioni critiche