L'articolo affronta la discutibile lettura che la Cassazione ha da subito offerto dei termini legislativi stabiliti a carico del p.m. per la richiesta del giudizio immediato, ritenuto in parte contrastante con la volontà legislativa sottesa al rito, da un lato, e alla sua ratio e finalità sul evrsante sistematico, dall'altro lato.

Dies a quo e dies a quem del rito immediato: i discutibili orientamenti della Cassazione

MARANDOLA A. A.
2007

Abstract

L'articolo affronta la discutibile lettura che la Cassazione ha da subito offerto dei termini legislativi stabiliti a carico del p.m. per la richiesta del giudizio immediato, ritenuto in parte contrastante con la volontà legislativa sottesa al rito, da un lato, e alla sua ratio e finalità sul evrsante sistematico, dall'altro lato.
giudizio immediato; richiesta "tardiva"; sanzione processuale
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
7832464_00135005_2007_3.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 876.28 kB
Formato Adobe PDF
876.28 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12070/4366
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact