Egemonia e forze della società civile nello Stato. Una lettura dei Quaderni del carcere di Antonio Gramsci