Obiettivo del presente paper è analizzare i tratti della «nuova geografia urbana» della città di Benevento e del suo territorio attraverso una lettura geografia delle trasformazioni della Città ma, soprattutto, cercare di capire se, ed in che misura, queste siano frutto di uno spontaneismo che travolge la Città ed il suo territorio o, invece, siano legate ad azioni ed interventi programmati e pianificati in un processo di governance multilivello. Tre le dimensioni di analisi: una dimensione urbana incentrata sulle trasformazioni degli spazi urbani, periurbani e rurali di un sistema che si configura sempre più come una “Città esplosa”, una “Città di città” ben individuabili sia da un punto di vista formale che funzionale; una dimensione provinciale legata al ruolo di Benevento come Città capoluogo, “Città allargata a geometria variabile” motore propulsore dello sviluppo provinciale; una dimensione regionale di Bene-vento come “Città media”, nodo della rete regionale delle città medie e di connessione della provincia e delle aree interne della Campania nelle reti lunghe dello sviluppo europeo. Per ciascuna di queste dimensioni, si analizzerà la “visione futura” che della Città di Beneven-to e del suo territorio danno i principali strumenti della pianificazione e della programmazione locale – dal PTCP al PUC ai nuovi strumenti della programmazione strategica PS e Programma Urbano P.I.Ù. Europa – con l’obiettivo di analizzare non solo come il territorio sta pianificando gli spazi della cooperazione e della competizione futura, ma se la vision strategica alla base del modello di governance adottato tenga realmente conto del territorio, delle sue identità, dei suoi bisogni e, soprattutto, delle sue debolezze.

Benevento: una lettura geografico-territoriale di una città che si trasforma

CRESTA A;GRECO I
2011

Abstract

Obiettivo del presente paper è analizzare i tratti della «nuova geografia urbana» della città di Benevento e del suo territorio attraverso una lettura geografia delle trasformazioni della Città ma, soprattutto, cercare di capire se, ed in che misura, queste siano frutto di uno spontaneismo che travolge la Città ed il suo territorio o, invece, siano legate ad azioni ed interventi programmati e pianificati in un processo di governance multilivello. Tre le dimensioni di analisi: una dimensione urbana incentrata sulle trasformazioni degli spazi urbani, periurbani e rurali di un sistema che si configura sempre più come una “Città esplosa”, una “Città di città” ben individuabili sia da un punto di vista formale che funzionale; una dimensione provinciale legata al ruolo di Benevento come Città capoluogo, “Città allargata a geometria variabile” motore propulsore dello sviluppo provinciale; una dimensione regionale di Bene-vento come “Città media”, nodo della rete regionale delle città medie e di connessione della provincia e delle aree interne della Campania nelle reti lunghe dello sviluppo europeo. Per ciascuna di queste dimensioni, si analizzerà la “visione futura” che della Città di Beneven-to e del suo territorio danno i principali strumenti della pianificazione e della programmazione locale – dal PTCP al PUC ai nuovi strumenti della programmazione strategica PS e Programma Urbano P.I.Ù. Europa – con l’obiettivo di analizzare non solo come il territorio sta pianificando gli spazi della cooperazione e della competizione futura, ma se la vision strategica alla base del modello di governance adottato tenga realmente conto del territorio, delle sue identità, dei suoi bisogni e, soprattutto, delle sue debolezze.
nuova geografia urbana; trasformazioni degli spazi urbani, periurbani e rurali ; pianificazione e programmazione locale
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Aisre_CRESTA_GRECO2011.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 1.27 MB
Formato Adobe PDF
1.27 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12070/12134
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact