Riassunto Sono ormai alcuni anni che i rilievi geomorfologici e geoarcheologici vengono condotti nell'area costiera puteolana con sistematicità e frequenza; questo, perché si è avvertita sempre più massicciamente la necessità di integrare gli studi e le evidenze geologico-stratigrafiche con quelle archeologiche di cui la regione baiana e puteolana è particolarmente ricca. In entrambi questi settori di ricerca l'indagine geomorfologica si pone come preliminare necessario al fine di evidenziare il significato di forme e processi attraverso i quali si giunge, infine, alla corretta interpretazione del paesaggio. Proprio nella regione flegrea, area di intenso vulcanismo attivo, il binomio geomorfologia-geoarcheologia si sposa bene e permette di esaltare il valore di alcuni risultati prima ottenuti con le tradizionali metodologie di ricerca. Finora nell'area flegrea erano stati condotti prevalentemente studi a carattere vulcanologico che non rendevano ragione dell'assetto del paesaggio, specialmente degli ultimi due millenni, e delle diverse culture antropiche che lo hanno interessato. Con le indagini geomorfologiche si sono potute evidenziare una serie complessa di vicissitudini attraverso le quali l'area flegrea dagli ultimi 10.000 anni è giunta fino a noi nel suo attuale assetto topografico.

Risultati di recenti rilevamenti geomorfologici e geoarcheologici nell'area costiera puteolana

RUSSO F;
1994

Abstract

Riassunto Sono ormai alcuni anni che i rilievi geomorfologici e geoarcheologici vengono condotti nell'area costiera puteolana con sistematicità e frequenza; questo, perché si è avvertita sempre più massicciamente la necessità di integrare gli studi e le evidenze geologico-stratigrafiche con quelle archeologiche di cui la regione baiana e puteolana è particolarmente ricca. In entrambi questi settori di ricerca l'indagine geomorfologica si pone come preliminare necessario al fine di evidenziare il significato di forme e processi attraverso i quali si giunge, infine, alla corretta interpretazione del paesaggio. Proprio nella regione flegrea, area di intenso vulcanismo attivo, il binomio geomorfologia-geoarcheologia si sposa bene e permette di esaltare il valore di alcuni risultati prima ottenuti con le tradizionali metodologie di ricerca. Finora nell'area flegrea erano stati condotti prevalentemente studi a carattere vulcanologico che non rendevano ragione dell'assetto del paesaggio, specialmente degli ultimi due millenni, e delle diverse culture antropiche che lo hanno interessato. Con le indagini geomorfologiche si sono potute evidenziare una serie complessa di vicissitudini attraverso le quali l'area flegrea dagli ultimi 10.000 anni è giunta fino a noi nel suo attuale assetto topografico.
Geomorfologia vulcanica, Geoarcheologia, Tettonica, Bradisisma, Vulcanologia, Campi flegrei, Campania, Italia meridionale.; Volcanic geomorphology, Geoarchaeology, Tectonics, Bradiseismic, Volcanology, Phlegrean Fields, Southern Italy
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Russo et al. - Risultati di recenti ecc. - Atti IV Conf. Sci. Dip. 1994.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 675.62 kB
Formato Adobe PDF
675.62 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12070/11879
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact